stampa documento  invia  aggiungi ai preferiti

La Responsabilità Sociale delle Imprese – Corporate Social Responsability

Introduzione

Si presentano in questa guida gli strumenti attualmente disponibili per le organizzazioni che intendono adottare comportamenti socialmente responsabili, per interagire al meglio con gli aspetti sociali ed ambientali, interni ed esterni all’azienda, in un’ottica di sostenibilità.

La Responsabilità Sociale d’Impresa, ovvero Corporate Social Responsability (CSR), è un modello di comportamento per la gestione volontaria delle problematiche aziendali sociali ed ecologiche nei confronti di tutti i soggetti che interagiscono con l’azienda (stakeholders).

Un’azienda socialmente responsabile adotta volontariamente un approccio strategico e di lungo periodo basato sulla gestione delle relazioni con tutti i portatori di interesse (stakeholders), ponendo al centro delle proprie scelte anche i valori di natura etica, sociale ed ambientale, nell’ottica della sostenibilità, dell’innovazione e del miglioramento continuo.

Gli stakeholders aziendali sono generalmente:
  1. le risorse umane
  2. i soci/azionisti e la comunità finanziaria
  3. i clienti
  4. i fornitori
  5. i partner finanziari
  6. lo Stato, gli Enti locali e la Pubblica Amministrazione
  7. la comunità
  8. l’ambiente

Vi sono diversi fattori, che caratterizzano l’attuale panorama economico e competitivo, che fanno del CSR un strumento di competizione:
  • la tensione etica e morale verso modelli di comportamento tesi ad una maggiore correttezza personale, professionale e d’impresa,
  • il bisogno crescente di trasparenza e di chiarezza rispetto alle informazioni fornite ai mercati, alle istituzioni ed alla collettività,
  • la globalizzazione come spinta verso la crescita ed il cambiamento, che però espone le aziende a conflitti e tensioni. La globalizzazione infatti collega aziende, economie, Paesi, persone e conoscenze diverse in un network alimentato dai principi di libero mercato, scambi, deregolamentazione dei settori e privatizzazione dell’economia, diffusione rapida delle tecnologie di comunicazione e informazione ecc…determinando benefici in termini di ricchezza e sviluppo tecnologico, ma anche cambiamenti che provocano tensioni e conflitti, rendendo più complessa l’organizzazione delle aziende e generando nuove responsabilità e pressioni competitive,
  • la ricerca di maggior salvaguardia dell’ambiente e miglioramento della qualità della vita portano ad aumentare la cultura ecologica, richiedendo sempre più spesso alle aziende comportamenti sostenibili, compatibilità tra sviluppo delle attività produttive e conservazione dell’ambiente,
  • la necessità di nuova competitività e maggior innovazione,

Negli ultimi anni il mondo imprenditoriale si è reso conto che per mantenere il successo della propria azienda sono importanti le relazioni con tutti gli stakeholders e la percezione da parte del territorio della natura etica dei propri comportamenti.

Le enfasi sulle buone pratiche di CSR da parte delle aziende risulta essere un importante fattore di competitività. Ecco perché un approccio costruttivo ed attendo alle richieste ed alle aspettative degli stakeholders di un’azienda fa sì che questi diano vita ad un contesto certamente più favorevole per le sue esigenze di crescita e di competitività nel medio e lungo periodo.
Così facendo, l’azienda si rapporta meglio anche con le esigenze dell’ambiente e del territorio socio-economico cui appartiene, ricevendone in cambio un rafforzamento della prospettiva di sostenibilità dei suoi processi e delle sue attività. In tal senso l’attenzione alle implicazioni sociali ed ambientali dell’operare dell’impresa non è solo un gesto di benevolenza ed una forma di impegno extra-aziendale, ma rientra a pieno titolo nell’interesse dell’impresa stessa.

© Confindustria Vicenza - 2007

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Servizio Tecnico
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - 0444 232795 - fax 0444 526155
email: tecno@confindustria.vicenza.it