Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27983 del 06/29/2018

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI27983


06/29/2018

IVA: rinviato al 1° gennaio 2019 l’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti presso gli impianti stradali di distribuzione

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge che rinvia al 1° gennaio 2019 l’obbligo di emissione della fattura elettronica per le cessioni di carburanti per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione, gią fissato al 1° luglio.


Conseguentemente, per tale tipologia di acquisto sarą ancora possibile utilizzare la scheda carburanti fino al 31 dicembre 2018.

Per detrarre l’IVA e dedurre la spesa, invece, resta indispensabile l’utilizzo di mezzi di pagamento tracciabili.

Non rientrano nella proroga le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nell’ambito della filiera degli appalti pubblici, per le quali rimane confermato al 1° di luglio l’obbligo di emissione di fattura elettronica.

Approfondimenti

In base al D.L. n. 79 del 28 giugno, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 28 giugno 2018, l’obbligo di emissione di fattura elettronica per le cessioni di carburante per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione si applica dal 1° gennaio 2019, invece che dal 1° luglio 2018.

Per tali cessioni, effettuate da coloro che agiscono nell’esercizio di impresa arte o professione, rimane utilizzabile la scheda carburante fino al 31 dicembre 2018.

Ai fini della detraibilitą dell’IVA e della deduzione della spesa, rimane confermato al 1° luglio 2018 l’obbligo dell’utilizzo di mezzi di pagamento diversi dal denaro contante.

Come previsto dal provvedimento n. 73203 del 4 aprile 2018, assumono rilevanza tutti i mezzi di pagamento esistenti diversi dal denaro contante. Non solo, quindi, gli assegni, bancari e postali, circolari e non, i vaglia cambiari e postali, ma anche i mezzi di pagamento elettronici, come l’addebito diretto, il bonifico bancario o postale e il bollettino postale, oltre alle carte di debito di credito (cfr nostra notizia n. VI27607 del 09/04/18).

Restano escluse dalla proroga disposta dal Consiglio dei Ministri le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nell’ambito degli appalti pubblici, pur residuando numerose incertezze in merito all’individuazione dell’ambito oggettivo di applicazione della fatturazione elettronica, non essendo ad esempio chiaro - nonostante le prime indicazioni dell’Amministrazione - cosa s’intenda esattamente per “filiera delle imprese”.

Con riferimento a tale ultimo aspetto Confindustria Vicenza si adopererą affinchč l’Amministrazione finanziaria provveda a risolvere rapidamente gli aspetti dubbi che da pił parti sono stati sollevati e valuti l’opportunitą di prendere in considerazione l’eventuale disapplicazione delle sanzioni per i comportamenti difformi tenuti dagli operatori nella fase iniziale del nuovo obbligo.

Notizia n. VI27732 dell'8 maggio 2018



Decreto-legge n.79 del 28 giugno 2018 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 28 giugno 2018Decreto legge.pdfDecreto legge.pdf


© Confindustria Vicenza - 2018



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Fiscale
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 526155
email: fisco@confindustria.vicenza.it