Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27110 del 12/27/2017

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI27110


12/27/2017

Circolazione e sicurezza stradale. Calendario 2018 divieti mezzi pesanti in Italia

Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha reso noto il calendario dei divieti di circolazione mezzi pesanti in Italia per il 2018.

Gli orari delle limitazioni sono rimasti gli più o meno gli stessi del 2017 (aumentano le giornate di divieto, da 77 nel 2017 a 78 nel 2018): i divieti valgono dalle ore 9 alle ore 22 nelle domeniche invernali/primaverili e dalle ore 7 alle ore 22 nelle domeniche estive; nei sabati di luglio ed agosto (anche un sabato di giugno), i divieti in alcune giornate sono dalle ore 8 alle ore 16, in altre dalle ore 8 alle ore 22; viene ripristinato il divieto del martedì dopo Pasqua (giornata lavorativa), dalle ore 9 alle ore 14.

Approfondimenti

Con recente decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti è stato definito il calendario 2018 dei divieti di circolazione in Italia, fuori dei centri abitati, dei veicoli per il trasporto di cose di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 t. al quale potranno essere apportate successive modifiche ed integrazioni finalizzate a contemperare i livelli di sicurezza della circolazione con misure atte a favorire un incremento di competitività dell’autotrasporto.
Si riporta negli Allegati il testo del decreto che è in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (di cui ci riserviamo di comunicare gli estremi) .

I divieti
I divieti valgono tutte le domeniche dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, ottobre, novembre e dicembre dalle ore 9 alle ore 22; tutte le domeniche dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre dalle ore 7 alle ore 22; sabato 31 marzo, divieto dalle ore 14 alle ore 22; l’ultimo sabato di giugno ed alcuni  sabati di luglio e di agosto dalle ore 8 alle ore 16 (i sabati 28 luglio, 4 agosto e 11 agosto, il divieto vige invece dalle ore 8 alle ore 22); sabato 8 dicembre divieto dalle ore 9 alle ore 22 (giornata comunque festiva) e sabato 22 dicembre, divieto dalle ore 9 alle ore 14. Sono previsti alcuni divieti anche in altre giornate a ridosso delle festività di Pasqua, periodo estivo e delle festività di fine anno.

Divieti infrasettimanali
Per quanto riguarda i divieti infrasettimanali diversi dal sabato, in quattro giornate lavorative tutto l’anno, vanno sottolineate le limitazioni previste nei seguenti giorni:  venerdì 30 marzo dalle ore 14 alle ore 22; martedì 3 aprile dalle ore 9 alle ore 14; venerdì 27 luglio dalle ore 16 alle ore 22; venerdì 3 agosto dalle ore 14 alle ore 22.

Deroghe
Per i complessi di veicoli costituiti da un trattore ed un semirimorchio, nel caso in cui circoli su strada il solo trattore, il limite di massa di 7,5 t. deve essere riferito unicamente al trattore medesimo; la massa del trattore, nel caso in cui quest’ultimo non sia atto al carico, coincide con la tara dello stesso. Tale limitazione non si applica se il trattore circola isolato e sia stato precedentemente sganciato dal semirimorchio in sede di riconsegna per la prosecuzione del trasporto della merce attraverso il sistema intermodale, purchè munito di idonea documentazione.
Per i veicoli provenienti dall’estero e dalla Sardegna, muniti di documentazione attestante l’origine del viaggio e di destinazione del carico, l’orario di inizio del divieto è posticipato di quattro ore, tenendo conto, solo per chi proviene dall’estero, del periodo di riposo giornaliero dei conducenti (per i veicoli con un solo autista).
Per i veicoli diretti all’estero, muniti di documentazione attestante la destinazione del carico, l’orario di termine del divieto è anticipato di ore due, che diventano quattro per i veicoli diretti in Sardegna, nonché ad alcuni interporti di rilevanza nazionale e terminals intermodali (tra i quali Bologna, Padova, Verona Quadrante Europa, Trento) ed aeroporti per trasporti a mezzo cargo aereo, per merci destinate; la stessa anticipazione si applica anche nel caso di veicoli che trasportano unità di carico vuote (container, casse mobili, semirimorchi) destinate tramite gli stessi interporti, terminals intermodali ed aeroporti, all’estero, nonché ai complessi veicolari scarichi, che siano diretti agli interporti ed ai terminals intermodali per essere caricati sul treno. Detti veicoli devono essere muniti di idonea documentazione (ordine di spedizione) attestante la destinazione delle merci.
Particolari disposizioni sono previsti per i veicoli provenienti o diretti a San Marino e Città del Vaticano.

Esenzioni
Sono esentati dai divieti, senza necessità di autorizzazione prefettizia, tra gli altri, i veicoli adibiti al servizio di nettezza urbana (anche quelli che operano per conto dei comuni con apposita documentazione), i veicoli adibiti al trasporto di combustibili liquidi o gassosi, per la loro distribuzione e consumo sia pubblico che privato, adibiti esclusivamente al trasporto di latte con cartello con lettera “d” (escluso quello a lunga conservazione) o di liquidi alimentari, i veicoli costituiti da autocisterne adibite al trasporto di acqua per uso domestico ed autocisterne adibite al trasporto di alimenti per animali di allevamento, adibiti allo spurgo di pozzi neri o condotti fognari, per il trasporto esclusivo di derrate alimentari deperibili in regime ATP, per il trasporto esclusivo di prodotti alimentari deteriorabili che non richiedono il regime ATP, quali frutta e ortaggi freschi (muniti in questo caso di apposito cartello di colore verde con la lettera “d”).
Sono altresì esentati dai divieti i veicoli prenotati per ottemperare all’obbligo di revisione, limitatamente alle giornate di sabato, purchè il veicolo sia munito del foglio di prenotazione e solo per il percorso più breve tra la sede dell’impresa intestataria del veicolo ed il luogo di svolgimento delle operazioni di revisione, escludendo dal percorso tratti autostradali; i veicoli che compiono un percorso per il rientro alla sede principale o secondaria dell’impresa intestataria degli stessi (bisogna essere muniti di certificato di iscrizione alla Camera di Commercio), purchè tali veicoli non si trovino ad una distanza superiore a 50 km. dalle medesime sedi a decorrere dall’orario di inizio del divieto e non percorrano tratti autostradali; i trattori isolati per il solo percorso di rientro presso la sede dell’impresa intestataria del veicolo, limitatamente ai trattori impiegati per il trasporto combinato verso gli interporti oggetto di deroga oraria per l’inizio del divieto.
E’ prevista una deroga per i trasporti combinati strada-rotaia e strada-mare, di cui alla direttiva n. 92/106/CE, per i veicoli e complessi di veicoli carichi, muniti di idonea documentazione CMR o equipollente attestante la destinazione o la provenienza del carico e di prenotazione o titolo di viaggio per l’imbarco, entro un percorso di 150 km in linea d’aria dal porto o dalla stazione ferroviaria di imbarco o di sbarco.

Autorizzazioni prefettizie per la circolazione in deroga
Altre categorie di trasporti che devono essere effettuati durante i divieti, possono essere autorizzati (nei limiti stabiliti dal decreto) con apposito provvedimento della Prefettura.
Le Prefetture, nella loro istruttoria per il rilascio dell’autorizzazione alla circolazione in deroga ai divieti per i mezzi pesanti, dovranno verificare che la necessità di viaggiare risponda ad effettive esigenze di vita delle comunità sia nazionale che locali; la necessità di circolare sia funzionale a soddisfare nell’immediato i fabbisogni di primaria importanza delle comunità alle quali sono destinate le merci trasportate ovvero sia finalizzata allo svolgimento di attività pubbliche o di pubblico interesse o di utilità sociale; che la stessa esigenza alla circolazione sia indifferibile per gli scopi sopra indicati, poiché è collegata a termini essenziali ovvero ad una impossibilità di svolgimento del trasporto nei giorni non protetti dai divieti; che non sussistano particolari situazioni di rischio connesse alle specifiche modalità del trasporto, alle caratteristiche dell’itinerario da percorrere nonché alla tipologia di traffico con cui va ad interferire.
Tali circostanze dovranno essere espressamente ed adeguatamente evidenziate nelle motivazioni dei relativi provvedimenti autorizzatori.

Trasporti in ADR classe 1
Il trasporto delle merci pericolose della classe 1 dell’ADR è vietato, indipendentemente dalla massa del veicolo ed in aggiunta al calendario normale anche dal 26 maggio al 9 settembre 2018 compresi, dalle ore 8 di ogni sabato alle ore 24 della domenica successiva.

Trasporti e veicoli eccezionali
Anche per l’anno 2018, limitatamente alla viabilità ordinaria, non sono previsti specifici divieti aggiuntivi per i veicoli eccezionali od i trasporti in condizioni di eccezionalità, che quindi seguono le disposizioni del calendario normale; per le autostrade, invece, bisognerà prestare attenzione alle successive ordinanze che verranno diramate dalle varie concessionarie autostradali e che, comunque, dovrebbero tenere conto delle direttive che saranno emanate dall’Aiscat ai fini di una uniformità degli ulteriori giorni di divieti per tali categorie di veicoli e trasporti.





Calendario divieti IT 2018.pdfCalendario divieti IT 2018.pdf

© Confindustria Vicenza - 2017



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Legale e Urbanistica
Piazza Castello 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 232695
email: legale@confindustria.vicenza.it