Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27709 del 05/02/2018

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI27709


05/02/2018

Norme Tecniche per le Costruzioni: aggiornamento delle norme approvate con il DM 14/1/2008

Dal 22 marzo 2018 sono in vigore le Norme Tecniche per le Costruzioni, edizione 2018, che aggiornano quelle emanate nel 2008.


La nuova disciplina si caratterizza per i chiarimenti che hanno interessato alcune parti delle norme del 2008, per l’aggiornamento dei riferimenti alle più recenti edizioni delle norme UNI/EN, per la maggiore integrazione con la normativa comunitaria e con gli Eurocodici che costituiscono lo standard europeo per la progettazione delle strutture, per le maggiori indicazioni, in termini di verifiche progettuali da svolgere, riguardo agli elementi secondari ed a quelli non strutturali, per l’obiettivo di aumentare la sicurezza delle costruzioni esistenti.

Il decreto ministeriale che approva le nuove norme tecniche delinea uno specifico regime transitorio per le opere ed i progetti in corso al 22 marzo 2018.

Approfondimenti

È stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n° 8 alla Gazzetta Ufficiale n° 42 del 20 febbraio 2018 il decreto del Ministro delle infrastrutture del 17 gennaio 2018 “Aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni”.
Le nuove norme tecniche, che vanno ad aggiornare quelle del 14 gennaio 2008, sono entrate in vigore il 22 marzo, trascorsi 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.


Regime transitorio

L’art. 2 del decreto ministeriale delinea il seguente regime transitorio:
  1. Opere pubbliche o di pubblica utilità
    Sono quelle ricadenti nell’ambito di applicazione del D.Lgs. n. 50/2016 (Codice dei contratti pubblici).
    Relativamente ad esse, possono trovare applicazione le previgenti norme tecniche, fino all’ultimazione dei lavori ed al relativo collaudo statico, nei casi di:
    1. contratti pubblici di lavori in corso di esecuzione al 22 marzo 2018
    2. contratti pubblici di lavori già affidati al 22 marzo 2018, purché la consegna dei lavori avvenga entro il 22 marzo 2023 (5 anni dall’entrata in vigore delle NTC 2018)
    3. progetti definitivi o esecutivi già affidati al 22 marzo 2018, purché la consegna dei lavori avvenga entro il 22 marzo 2023 (5 anni dall’entrata in vigore delle NTC 2018) ed i progetti siano comunque redatti secondo le NTC 2008
  2. Opere private
    Possono trovare applicazione le previgenti norme tecniche, fino all’ultimazione dei lavori ed al relativo collaudo statico, le opere private le cui componenti strutturali, alternativamente:
    1. sono in corso di esecuzione al 22 marzo 2018
    2. sono oggetto di progettazione esecutiva già depositata presso i competenti uffici al 22 marzo 2018.

Interventi sugli edifici esistenti

Il capitolo 8 delle NTC 2018 introduce una importante novità sul tema del "miglioramento sismico" degli edifici esistenti, prevedendo per questi edifici dei livelli di sicurezza più bassi rispetto a quelli dei nuovi edifici.
Viene, infatti, considerato accettabile un miglioramento che arrivi almeno al 60% del valore di sicurezza che compete ad un nuovo edificio, nel caso costruzioni di Classe d’uso III ad uso scolastico e di Classe d’uso IV (Costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti), mentre per Classi d’uso II e III (ad esclusione delle scuole di cui sopra), gli interventi di miglioramento debbono conseguire un incremento del valore di sicurezza almeno pari al 10%.

Anche nel caso di interventi di “adeguamento sismico” le nuove NTC apportano novità prevedendo, per alcune situazioni, che il coefficiente di sicurezza da conseguire post intervento non sia pari a quello che avrebbe una nuova costruzione ma che raggiunga almeno l’80% di tale valore.


Materiali e prodotti per uso strutturale

Il Capitolo 11 presenta importanti novità legate agli aggiornamenti dei riferimenti in merito alla marcatura CE dei prodotti da costruzione in base al Regolamento UE n. 305/2011.
Per quanto riguarda il calcestruzzo, è stata aggiunta la parte relativa al calcestruzzo fibrorinforzato (FRC) per la realizzazione di elementi strutturali.

Si riportano in allegato una prima nota di approfondimento curata dall’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) e la nota 3187, datata 21 marzo 2018, del Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, dedicata alla prima applicazione delle NTC 2018 alle procedure autorizzative e di qualificazione di competenza del citato Servizio.





Decreto del Ministro delle infrastrutture del 17 gennaio 2018 (S.O. n.8 alla G.U. n. 42 del 20/2/2018)
nota di approfondimento curata dall’ANCE
Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici - nota 3187 del 21/3/2018


© Confindustria Vicenza - 2018



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Tecnico
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 526155
email: tecno@confindustria.vicenza.it