Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI28148 del 08/30/2018

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI28148


08/30/2018

Autotrasporto merci internazionale. Rinnovi 2019 permessi Paesi extracomunitari

Entro il 30 settembre 2018 vanno rinnovati i permessi  bilaterali al trasporto merci in Paesi extracomunitari. Il 31 ottobre 2018 è invece il termine per il rinnovo dei permessi multilterali Cemt.

Approfondimenti

Autorizzazioni bilaterali

Il 30 settembre 2018 è il termine di presentazione delle istanze per il rinnovo e conversione in assegnazione fissa delle autorizzazioni bilaterali settore merci per i trasporti in Paesi extracomunitari anno 2019. Per il rinnovo in assegnazione fissa occorrono almeno 24 viaggi effettuati per relazione di traffico (quindi una media di 2 viaggi/mese), da ottobre dell’anno precedente a settembre dell’anno in corso.
Le autorizzazioni bilaterali utilizzate nel 2018 saranno considerate utili ai fini del rinnovo/conversione solo se restituite al Ministero entro e non oltre il 15 ottobre 2018.
Per quanto riguarda i permessi bilaterali in assegnazione fissa, ai sensi del DM 11 settembre 2015, l’assegnazione delle restanti quote di permessi successive alla prima assegnazione, dopo aver utilizzato almeno il 40% della prima quota assegnata, saranno tenute a disposizione dell’impresa che ne deve fare richiesta entro il 31 ottobre dell’anno di riferimento; trascorso inutilmente tale termine, il Ministero potrà attribuire tali autorizzazioni ad altre imprese che ne facciano richiesta a titolo precario.
Le imprese di autotrasporto merci che non sono nelle condizioni di poter ottenere assegnazioni fisse per insufficiente utilizzo, possono sempre presentare istanze per ottenere autorizzazioni a titolo precario per l’anno 2019, a partire dal 15 dicembre 2018 e durante l’anno 2019, in base alle necessità.
Possono ottenere autorizzazioni a viaggio a titolo precario le imprese non titolari di assegnazioni fisse e le imprese titolari di assegnazioni fisse una volta terminata l’assegnazione fissa stessa. In questo caso l’impresa potrà liberamente scegliere tra una quota pari alla metà dell’assegnazione fissa ovvero un quantitativo superiore, laddove previsto per la singola relazione di traffico. Le imprese devono restituire ai fini dell’istruttoria delle successive domande, anche ai fini statistici, tutte le autorizzazioni assegnate incluse quelle non utilizzate appena scaduto il loro termine di validità (modifiche introdotte dal DM 11 settembre 2015).
La modulistica da utilizzare è quella prevista dal DM 9 luglio 2013.


Permessi Cemt

Il 31 ottobre 2018 è invece il termine di presentazione delle domande di rinnovo e di graduatoria Cemt per l’anno 2019.
Possono presentare domanda sia le imprese vettoriali già titolari di autorizzazioni Cemt, sia quelle senza pregressa attività (i veicoli devono essere Euro 4 o superiori).
Le imprese che non hanno finora effettuato trasporti nell’area non-UE, entreranno in graduatoria con il solo punteggio dato dai veicoli in disponibilità, che varia in base alla classe Euro; le imprese titolari di permessi multilaterali Cemt non rinnovabili per l’anno successivo, potranno ugualmente partecipare alla graduatoria, con un punteggio ridotto del 10%.
Per il rinnovo Cemt occorre aver effettuato almeno 11 viaggi nei primi 11 mesi dell’anno (media un viaggio/mese) con autorizzazione Cemt. E' altresì necessario che l’impresa disponga di veicoli classe Euro 4 o superiori, in numero almeno pari alle autorizzazioni Cemt di cui chiede il rinnovo; il numero dei viaggi per le autorizzazioni Cemt vinte per graduatoria tiene conto delle tempistiche di attribuzione delle autorizzazioni.
Tutte le istanze (bilaterali e Cemt) devono essere corredate dalla dichiarazione integrativa per l’accesso alla professione.
La modulistica da utilizzare è quella di cui al DM 9 luglio 2013.






© Confindustria Vicenza - 2018



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Legale e Urbanistica
Piazza Castello 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 232695
email: legale@confindustria.vicenza.it