Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI29345 del 06/04/2019

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI29345


06/04/2019

Trasporti internazionali. Agganciamento semirimorchi extra UE

I chiarimenti del Ministero dei Trasporti sull'agganciamento di semirimorchi extra UE sbarcati in Italia

Approfondimenti

Il testo ministeriale

Con propria recente circolare, il Ministero dei Trasporti ha fornito chiarimenti in merito all'agganciamento misto di semirimorchi extra-UE, sbarcati in porti italiani, con successiva prosecuzione verso lo Stato UE di destino a mezzo di trattori comunitari: l'ingresso in Italia dovrà avvenire con valida autorizzazione bilaterale, la successiva prosecuzione via strada dovrà essere accompagnata dalla copia conforme della licenza comunitaria del vettore UE.

 

I chiarimenti

Il Ministero precisa: il percorso del semirimorchio dallo Stato di carico non UE all’Italia con sbarco in porto nazionale per destinazione verso altro Stato UE, costituisce un trasporto di merci tra lo Stato extra-UE e l’Italia dal momento che il semirimorchio accede in Italia; pur arrivando via mare, tale trasporto può essere eseguito solo nell’ambito dell’accordo bilaterale tra Italia ed il Paese terzo (esempio Turchia); per accedere in Italia, il semirimorchio deve essere accompagnato da valida autorizzazione debitamente compilata, facente parte del contingente bilaterale scambiato tra l’Italia ed il Paese terzo, purché idonea a consentire il trasporto in oggetto.

La successiva prosecuzione del semirimorchio dall’Italia verso la destinazione finale UE (esempio citato la Spagna), potrà avvenire nell’ambito del regime di licenza comunitaria effettuata da parte di impresa UE con trattore che aggancia nel porto di arrivo italiano il semirimorchio extra-UE, in modo che il complesso veicolare completi il trasporto con l’accompagnamento della copia conforme della licenza comunitaria intestata all’impresa vettoriale che ha in disponibilità il trattore.

 

Attività di controllo della documentazione

Il Ministero sottolinea che le autorità di controllo, in ambito portuale dovranno verificare che il semirimorchio sia accompagnato da autorizzazione bilaterale al momento dell’ingresso in Italia (sbarco portuale), per legittimarne l’accesso in territorio italiano e timbrare il permesso a testimoniarne l’utilizzo.

In occasione del viaggio di ritorno del semirimorchio, prima della partenza dal porto italiano verso la destinazione extra-UE, lo stesso veicolo dovrà essere accompagnato dalla valida autorizzazione che ne ha consentito l’ingresso in Italia per il viaggio di andata e che ne consenta la partenza dal territorio italiano per il viaggio di ritorno (anche a vuoto; le autorizzazioni bilaterali sono valide per un solo viaggio, che comprende la tratta di andata e quella di ritorno).

In caso di controllo su strada del complesso veicolare in agganciamento misto, dovrà essere invece esibita a richiesta, la sola copia conforme della licenza comunitaria del vettore che ha in disponibilità il trattore e non anche l’autorizzazione bilaterale.


 

 







Circ._MIT_2.19_agganc_misto_extra_UE_via_mare.pdf - Circ._MIT_2.19_agganc_misto_extra_UE_via_mare.pdf

© Confindustria Vicenza - 2019



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Legale e Urbanistica
Piazza Castello 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 232695
email: legale@confindustria.vicenza.it