Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI28188 del 09/13/2018

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI28188


Data Scadenza: 09/17/2018

IVA: secondo l’Agenzia delle Entrate, il termine di presentazione della comunicazione delle liquidazioni periodiche del secondo trimestre è il 17 settembre

Secondo la posizione dell’Agenzia delle Entrate, la scadenza della comunicazione trimestrale delle liquidazioni IVA relative al secondo trimestre 2018 è il 17 settembre prossimo. Il rinvio al 1° ottobre opera per la sola comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute (c.d. spesometro).

Approfondimenti

La scadenza di presentazione della comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche

In base all’art. 21-bis del D.L. n. 78 del 2010, la comunicazione dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell'imposta va trasmessa “negli stessi termini e con le medesime modalità di cui all'articolo 21”, cioè entro le stesse scadenze della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute (lo “spesometro”).

Secondo le previsioni dell’art. 21, lo spesometro deve essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre, mentre la comunicazione relativa al secondo trimestre va effettuata entro il 16 settembre.

Il termine originario, tuttavia, è stato prorogato dalla legge di Bilancio 2018, che ha spostato la scadenza dello spesometro per il secondo trimestre (o primo semestre, per chi sceglie di presentare la comunicazione semestralmente) dal 16 al 30 settembre.

La disposizione contenuta nel comma 932 dell’art. 1, nel prevedere il rinvio dei termini dello spesometro, specifica: “al fine di evitare la sovrapposizione di adempimenti per gli anni in cui si applicano le disposizioni di cui all'articolo 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 il termine del 16 settembre è spostato al 30 settembre”.

Dal momento che la comunicazione delle liquidazioni periodiche non ha una scadenza autonoma, ma è legata ai termini della comunicazione delle fatture, lo slittamento dello spesometro dovrebbe comportare, automaticamente, anche quello della comunicazione delle liquidazioni periodiche al 30 settembre 2018 (1° ottobre, dal momento che il 30 settembre è domenica).


La posizione dell’Agenzia delle Entrate

Nello scadenzario pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, la scadenza per la trasmissione della comunicazione delle liquidazioni periodiche del secondo trimestre 2018 risulta fissata al 17 settembre (il 16 settembre cade di domenica).

Questa indicazione ha sollevato non pochi dubbi e perplessità in merito alla sua correttezza. Da più parti, è stato chiesto all’Agenzia di correggere quello che appariva un semplice errore di redazione; un intervento chiarificatore è stato sollecitato anche da un’interrogazione parlamentare.

A tutt’oggi, nessuna risposta ufficiale è stata fornita. Tuttavia, da indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, sembra che il collocamento della scadenza in questione al 17 settembre non rappresenti un errore, ma una scelta precisa dell’Agenzia, basata su una discutibile interpretazione della norma di proroga (che, peraltro, è formulata in modo piuttosto infelice).

Secondo la lettura dell’Agenzia, la proroga al 30 settembre va riferita soltanto alla comunicazione dei dati delle fatture, e non alla comunicazione delle liquidazioni periodiche, proprio perché l’intento del legislatore era quello di evitare sovrapposizioni tra gli adempimenti. Pertanto, per la comunicazione delle liquidazioni periodiche del secondo trimestre 2018 vale la scadenza del 17 settembre, mentre lo spesometro del secondo trimestre o primo semestre 2018 può essere trasmesso entro il più lungo termine del 1° ottobre.

Tale posizione, come detto, non è stata ancora ufficializzata. In assenza di precisazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, è opportuno che – a titolo prudenziale - la comunicazione delle liquidazioni periodiche venga trasmessa entro la scadenza del prossimo 17 settembre.

Notizia n. VI27278 del 31 gennaio 2018




© Confindustria Vicenza - 2018



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Fiscale
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 526155
email: fisco@confindustria.vicenza.it