Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27335 del 02/12/2018
 

Notiziario

Cod. notizia:VI27335


02/12/2018

Elenchi Intrastat: modifiche operanti dal 1░gennaio 2018; Ŕ disponibile la versione aggiornata del software Intr@web

L’Agenzia delle Entrate, di concerto con l’Agenzia delle Dogane e d’intesa con l’ISTAT, ha adottato misure di semplificazione degli obblighi comunicativi dei contribuenti in relazione agli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (c.d. Modelli INTRA), applicabili agli elenchi riepilogativi aventi periodi di riferimento decorrenti dal mese di gennaio 2018. Al provvedimento del 25 settembre 2017 Ŕ seguita la pubblicazione, in data 8 febbraio 2018, delle nuove istruzioni di compilazione, che alleghiamo e delle quali segnaliamo le principali novitÓ.

Approfondimenti

Per quanto concerne l’elenco riepilogativo relativo agli acquisti di beni e servizi (INTRA2) si segnala innanzitutto che la dichiarazione ha ora una valenza esclusivamente statistica e che, come precisato nelle nuove istruzioni di compilazione, tutte le informazioni contenute nei modelli sono da intendersi rese per finalitÓ statistica.

Con riferimento all’elenco riepilogativo relativo agli acquisti di beni (Modello INTRA 2bis) viene meno la distinzione tra operazioni riepilogate ai fini fiscali e/o statistici, presente nelle precedenti istruzioni; ne consegue che, nel caso di acquisti intracomunitari di beni, devono essere forniti anche i dati delle colonne da 2 a 5.
Inoltre, come precisato dalle nuove istruzioni, gli acquisti vanno riepilogati nel periodo in cui i beni acquistati entrano nel territorio italiano; sono escluse dall’obbligo di indicazione negli elenchi tutte le operazioni commerciali di acquisto di beni in cui i beni non entrano nel territorio italiano (ad esempio l’operazione triangolare in cui il soggetto italiano Ŕ il promotore dell’operazione).

Per l’elenco riepilogativo degli acquisti di beni e servizi (INTRA2), permane l’obbligo di presentazione, con periodicitÓ mensile, solo per i soggetti che effettuano operazioni di acquisto in misura uguale o superiore alle nuove soglie.
Sono quindi tenuti a presentare mensilmente gli elenchi riepilogativi relativi agli acquisti di beni (Modello INTRA 2bis) i soggetti il cui ammontare totale trimestrale di detti acquisti Ŕ, per almeno uno dei quattro trimestri precedenti, uguale o superiore a 200.000 euro.
Per gli elenchi riepilogativi relativi agli acquisti di servizi (Modello INTRA 2quater) la soglia trimestrale di riferimento Ŕ di 100.000 euro.

Gli altri soggetti, per i quali l’adempimento Ŕ da intendersi abrogato, hanno comunque facoltÓ di fornire i dati delle operazioni effettuate, eventualmente con periodicitÓ trimestrale.
Per essi rimane l’obbligo di rettificare gli elenchi riferiti a periodi precedenti l’anno 2018; non sono invece tenuti ad operare le rettifiche relative a periodi di riferimento decorrenti dal mese di gennaio 2018.

Dalla nota di accompagnamento al provvedimento del 25 settembre, si ricava che le suddette soglie operano in maniera indipendente: il superamento della soglia per una singola categoria non incide sulla periodicitÓ relativa all’altra categoria di operazioni (ad esempio, se nel corso di un trimestre un soggetto passivo ha realizzato acquisti intracomunitari di beni pari a 300.000 euro e, nel medesimo periodo, ha ricevuto servizi intracomunitari per 10.000 euro, sarÓ tenuto a presentare mensilmente l’elenco riepilogativo dei soli acquisti intracomunitari di beni, e non quello dei servizi intracomunitari ricevuti).
Non vi Ŕ chiarezza, nonostante che la nota sembra esprimersi in tal senso, sul fatto che questo principio di indipendenza sia riferibile anche alle categorie di operazioni oggetto degli elenchi relativi alle cessioni di beni ed ai servizi resi (INTRA1), aventi ancora valenza fiscale, tenuto conto del carattere unitario della dichiarazione previsto all’art. 1 del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 22 febbraio 2010.

Per gli elenchi riepilogativi relativi alle cessioni di beni ed ai servizi resi (INTRA1) la presentazione con periodicitÓ mensile o trimestrale resta ancorata alla soglia trimestrale di 50.000 euro prevista dal Decreto 22 febbraio 2010.
E’ introdotta una semplificazione per gli elenchi riepilogativi relativi alle cessioni intracomunitarie di beni (Modello INTRA 1bis) presentati con periodicitÓ mensile: la compilazione dei dati statistici (colonne da 5 a 13) Ŕ facoltativa per i soggetti che non hanno realizzato, in alcuno dei quattro trimestri precedenti, cessioni intracomunitarie di beni per un ammontare totale trimestrale uguale o superiore a 100.000 euro (la colonna 5 Ŕ tuttavia obbligatoria nel caso di operazione triangolare).

Per quanto riguarda gli elenchi riepilogativi relativi ai servizi resi o ricevuti (Modelli INTRA 1quater e INTRA 2quater) Ŕ previsto, ai fini della compilazione del campo “Codice Servizio”, il passaggio, per i soggetti che intendono avvalersi della semplificazione, da una codifica CPA a 6 cifre ad una CPA a 5 cifre (scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, www.agenziadoganemonopoli.gov.it).

Nel sito dell’Agenzia Ŕ disponibile anche il software per l’aggiornamento o l’installazione completa del programma Intr@web per la gestione e il controllo formale degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti di beni e dei servizi resi e ricevuti nell’anno 2018. Nel caso di aggiornamento di una versione precedente, per scongiurare un’eventuale perdita dei dati, si raccomanda di effettuare il backup tramite la funzione di men¨ utilitÓ/manutenzione archivi/backup/totale.

Si ritiene opportuno segnalare che, in considerazione di alcune criticitÓ interpretative ed applicative poste dal provvedimento di semplificazione, Confindustria Vicenza ha chiesto opportuni chiarimenti all’Agenzia delle Dogane. Ci riserviamo quindi di fornire ulteriori informazioni sulle semplificazioni introdotte, una volta che saranno rese disponibili le auspicate delucidazioni da parte delle amministrazioni interessate.





Circolare Agenzia delle Entrate prot. n. 194409Ag.Entrate prot.n.194409-2017.pdfAg.Entrate prot.n.194409-2017.pdf
Determinazione n. 13799Determinazione n 13799 RU del 8 febbraio 2018.pdfDeterminazione n 13799 RU del 8 febbraio 2018.pdf


ę Confindustria Vicenza - 2018



Per maggiori informazioni rivolgersi:
Servizio Mercati Esteri
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 232575
email: estero@confindustria.vicenza.it